Ostara

Ostara

Ostara, la rinascita.

Ostara, 21 – 23 Marzo.

Ostara, è noto come l’equinozio di primavera o giorno di Eostra, segna l’inizio della primavera di conseguenza tutte le energie della natura cambiano, passando dalla pigrizia dell’inverno alla rinascita della primavera.

La Dea abbraccia la terra rendendola fertile e risvegliandola dal sonno, il Dio è cresciuto e raggiunge la sua maturità, cammina sui campi verdi deliziandosi nell’abbondanza della natura.

Prepararsi al Sabba

Sul vostro altare di Ostara collocate una pianta, un fiore in un vaso e riempite il vostro calderone di fiori e acqua dopo di che decorate il cerchio con dei fiori.

In questo momento le ore del giorno e della notte sono uguali. La luce trionfa sull’oscurità e la Dea ed il Dio incitano tutte le creature selvagge della terra a riprodursi, questo è il tempo degli inizi e dell’azione.

Un gioco tradizionale di questa festa consiste nel raccogliere un mazzo di fiori freschi di vari tipi, ma solo quelli che siete in grado di riconoscere.

Raccoglieteli nel modo tradizionale e ringraziando la pianta per il dono che vi sta facendo. Scegliete fiori noti come la rosa, la margherita e la bocca di leone, un qualsiasi fiore di stagione che rappresenti l’abbondanza.

Collocate tutti i fiori in un grande vaso ed alla fine della celebrazione prendete tutti il vostro fiore e spiegate perché lo avete colto ed il suo utilizzo magico.


Lunaticamente, il tuo blog preferito su magia, esterismo, divinazione, tarocchi, minerali, spiritismo e artigianato!

Continua a leggere!

0